Salta al contenuto

Contenuto

Partiti i primi lavori di sistemazione in emergenza della provinciale SP33 per ripristinare la viabilità sull'arteria di collegamento tra Fontanelice e Casola Valsenio

Dopo vari sopralluoghi e incontri tra autorità competenti e coinvolte sono partite in questi giorni le operazioni di sistemazione della strada provinciale SP33 pesantemente colpita dagli eventi del 16-17 maggio scorso. Una serie di opere che consentiranno di ripristinare la viabilità lungo la strada provinciale interdetta al traffico da un mese.

Le operazioni, a carico della Città Metropolitana di Bologna, sono svolte da nuclei specializzati dei Vigili del fuoco a stretto contatto con gli uffici comunali ed il geologo incaricato dalla Città Metropolitana a supporto degli interventi. I lavori svolti dalle squadre sul campo si concentrano sulla risistemazione di alcune disconnessioni della strada e sulla creazione di alcuni bypass per oltrepassare i tratti di tracciato franati.

Al termine delle attività, per le quali è previsto circa un mese di lavoro, sarà così possibile riaprire, anche se in maniera provvisoria in attesa dei fondi dello stato e dei lavori definitivi, e con limitazioni di portata, la strada provinciale SP33.

I lavori fanno seguito a quelli ormai terminati sulla SP34 ad opera dell'Esercito che hanno consentito di creare un bypass della frana nel Comune di Casalfiumanese, in prossimità Sant'Apollinare, e ristabilire i collegamenti tra Fontanelice e Sassoleone.

LE STRADE COMUNALI Per quanto riguarda le strade comunali il quadro della situazione, a un mese dalla seconda ondata di maltempo, è il seguente:

  • Via Torre: quasi terminati i lavori avviati in somma urgenza per la creazione di una viabilità provvisoria a seguito della frana presso la struttura "Il Sorriso". Sono in oltre in corso alcuni interventi per la realizzazione di un tracciato di emergenza in località Montecuccolo. Transito consentito ai soli residenti e autorizzati;
  • Via Posseggio: in corso di realizzazione i lavori di sistemazione di una viabilità provvisoria alternativa. Transito consentito ai soli residenti e autorizzati;
  • Via Risorgimento/via Casolana: transito consentito a soli residenti e autorizzati
  • Via Monte Morosino: risistemati alcuni tratti che impedivano il passaggio ai residenti ed ai proprietari dei campi

Sono inoltre in corso ulteriori monitoraggi e valutazioni su alcune strade comunali che in queste settimane hanno subito danni per frane o smottamenti: via Madonna del Rio, via Buffadosso (non transitabile), via Monte la Pieve, via Gaggio e via dei platani.

CONTRIBUTI CAS E DANNI Si ricorda che tutti i cittadini che hanno dovuto abbandonare le proprie case per gli eventi che hanno colpito l’Emilia-Romagna dal 1 maggio e che hanno trovato un alloggio alternativo (ad esempio presso parenti o amici, oppure in roulotte e camper) possono chiedere il contributo di autonoma sistemazione (CAS). Inoltre per le famiglie le cui abitazioni hanno subito danni a seguito di frane o allagamenti è possibile richiedere primo contributo da 5.000 euro per l’immediato sostegno.t

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ufficio Segreteria Generale, Ufficio Relazioni con il Pubblico, Protocollo, Affari Istituzionali, Rapporto con le Associazioni ed Enti

Piazza del Tricolore n. 2

40025 Fontanelice

Ultimo aggiornamento: 17-01-2024, 11:01