Salta al contenuto

Contenuto

Nei giorni scorsi, i sindaci della giunta del Nuovo Circondario Imolese hanno deciso di costituire un fondo di 140 mila euro per dare una risposta in emergenza ai nuclei familiari con maggiori fragilità socio-economiche temporanee, che non riescono a fronteggiare in autonomia le prime spese per l’acquisto di beni e servizi in seguito ai danni da alluvione e frane del maggio scorso.

A gestire operativamente il fondo di 140 mila euro sarà l’Asp Circondario Imolese.

A chi si rivolge il fondo
E' un provvedimento aggiuntivo a quelli emanati dal capo dipartimento di Protezione Civile nazionale (contributi 3.000/5.000 euro per i primi danni funzionali al rientro nelle proprie abitazioni) e dalla Regione Emilia-Romagna (contributo autonoma sistemazione per i nuclei evacuati dalle proprie abitazioni): è destinato sia ai nuclei già colpiti da precedenti fragilità e seguiti da Asp, che hanno subito anche i danni dal maltempo sia ai nuclei che sono incorsi in una condizione di debolezza socio – economica temporanea successivamente all’emergenza maltempo, ma che in precedenza non erano seguiti da Asp.

In entrambi i casi, i cittadini che non riescono a fronteggiare in autonomia le prime spese per l’acquisto di beni e servizi in seguito all’emergenza maltempo di maggio potranno recarsi agli sportelli del servizio sociale territoriale .
Gli assistenti sociali definiranno percorsi costruiti insieme ai beneficiari, avendo attenzione alle singole situazioni degli interessati.

A cosa servirà il contributo
In specifico, le risorse saranno orientate a sostenere i nuclei familiari per:

- affrontare le maggiori spese per la mobilità, soprattutto se derivanti dalla necessità di affrontare percorsi più lunghi per raggiungere il luogo di lavoro o comunque per lo svolgimento delle attività quotidiane in seguito a chiusure totali o parziali di strade provinciali e comunali;

- fronteggiare le spese per il ripristino degli effetti personali danneggiati e/o andati perduti;

- favorire il rientro nell’abitazione danneggiata e la ripresa della quotidianità;

Secondo Il presidente del Nuovo Circondario e sindaco di Imola, Marco Panieri

il fondo circondariale per le persone colpite dal maltempo rappresenta un provvedimento importante per dare una risposta ulteriore ai provvedimenti nazionali e regionali legati all’emergenza maltempo.
Ci sono cittadini che colpiti dalla crisi e dal maltempo di maggio 2023 si trovano ad affrontare quotidianamente difficoltà e disagi su cui a nostro avviso occorre dare una risposta.
Abbiamo pensato di dare una priorità alle persone più fragili attraverso una presa in carico leggera da parte dei servizi sociali di ASP che possa dare loro un “sollievo” di fronte ad un momento caratterizzato da un’elevata inflazione, dal caro-vita e dal contesto che ha visto tutti i Comuni del Nuovo Circondario fortemente colpiti dall’alluvione e dalle frane di maggio 2023.
Anche in questa occasione il Nuovo Circondario si dimostra unito nel cercare di rispondere alle esigenze dei cittadini del proprio territorio. Ringrazio anche ASP Circondario Imolese per la disponibilità a gestire attraverso i propri sportelli le risorse messe a disposizione con il fondo. Auspico, infine, che il governo nazionale attivi quanto prima aiuti alle imprese, in particolare a quelle agricole, così duramente colpite nel nostro territoritorio"

Sportelli sociali territoriali

Allegati

comunicato stampa integrale

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ufficio Segreteria Generale, Ufficio Relazioni con il Pubblico, Protocollo, Affari Istituzionali, Rapporto con le Associazioni ed Enti

Piazza del Tricolore n. 2

40025 Fontanelice

Ultimo aggiornamento: 31-01-2024, 10:01